La classica zeppola napoletana si sa, nasce fritta. Io oggi ve la propongo in una versione più light ma altrettanto buona, ossia cotta al forno ed in versione senza glutine con farine naturali.

Prestate particolare attenzione alla realizzazione della Pasta Choux: sembra una preparazione facile, ma in realtà nasconde molte insidie!

Zeppole di San Giuseppe senza glutine

La classica zeppola napoletana si sa, nasce fritta. Io oggi ve la propongo in una versione più light ma altrettanto buona, ossia cotta al forno ed in versione senza glutine con farine naturali.

Tempo di preparazione 2 ora Tempo di cottura 45 min Tempo totale 2 ore 45 min Difficoltà: Intermedio Temperatura cottura: 15  °C Porzioni/n.persone: 6 Stagione migliore: Adatto tutto l'anno

Ingredienti per 6 persone

Per la Pasta Choux:

Per la crema pasticcera:

Per decorare:  

Procedimento

Come si fanno le Zeppole di San Giuseppe senza glutine

  1. Per prima cosa preparate la Pasta Choux: in una pentola in acciaio mettete l’acqua, il burro a tocchetti, il sale, lo zucchero. Accendete la fiamma e fate scaldare a fuoco medio. Quando il burro sarà sciolto e il composto sfiorerà il bollore, unite le polveri ( farina di riso e fecola ) tutte in una volta.  Mescolate con un cucchiaio di legno abbassando la fiamma fin quando il composto formerà una palla ed una patina bianca sul fondo della pentola. Quindi spegnete il fuoco, trasferite il composto in una ciotola pulita e lasciatelo raffreddare e svaporare. Una volta freddo, unite le uova a temperatura ambiente, una per volta. Amalgamate bene ogi uovo prima di unire il successivo ( questa operazione può essere fatta con un cucchiaio di legno, con le fruste elettriche oppure con la planetaria ). Unite anche la scorza di limone. A questo punto avrete ottenuto una crema abbastanza densa e liscia.

  2. Trasferitela quindi in una sac-à-poche con beccuccio a stella. Prendete una teglia da forno e ungetela con poco burro. Quindi formate le zeppole del diametro medio – piccolo facendo due giri di pasta e lasciando vuoto il centro. In cottura gonfieranno, quindi non fate più di 9 zeppole sulla teglia.

  3. Infornate le vostre zeppole a 200° in forno statico pre-riscaldato e lasciate cuocere per 15 minuti. Poi abbassate la temperatura a 180° e fate cuocere per altri 15 minuti. Infine, per far asciugare bene le zeppole, abbassate ancora la temperatura a 100° per altri 15 minuti. Trascorso il tempo totale, spegnete il forno ma non  estraete le zeppole! Lasciatele dentro e socchiudete lo sportello del forno con un cucchiaio di legno fino a completo raffreddamento.

  4. Nel frattempo preparate la crema pasticcera: in un pentolino, mettete a scaldare il latte con la scorza grattugiata di limone. A parte, mescolate i tuorli con lo zucchero ed unite poi l’amido di mais. Su questo composto, versate il latte caldo e mescolate ancora. Riversate tutto nel pentolino e riaccendete il fuoco. Cuocete la crema a fiamma media sempre mescolando per circa 5 o 6 minuti, fino a quando si addenserà. Quindi spegnete il fuoco e trasferitela in un contenitore per farla raffreddare a temperatura ambiente, mescolando di tanto in tanto.

  5. Una volta fredda, trasferitela in una sac-à-poche e farcite le vostre zeppole. Completate con amarene in superficie.

    Conservazione: Le zeppole andrebbero consumate subito, ma è possibile conservarle in frigorifero coperte con pellicola per alimenti per massimo 2 giorni.

Nota

*Nota: si raccomanda di acquistare i prodotti segnalati con un asterisco* solo se riportano il marchio Spiga Barrata in confezione e/o la dicitura senza glutine e consigliati dal prontuario degli alimenti AIC Associazione Italiana Celiachia.

Parole chiave: Zeppole di San Giuseppe senza glutine

Se ti è piaciuta la mia ricetta condividila!

Se realizzi una mia ricetta, condividila su Instagram e taggami! Sarò felice di ricondividerla! 
Mi trovi su @pasticcerando_senza_glutine

Condivi questa ricetta su Pinterest! 

pinit

Forse ti può anche interessare

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.